Home » Ecologia » L’ Agricoltura sociale come nuova attività futura

L’ Agricoltura sociale come nuova attività futura

Negli ultimi anni si sente spesso parlare di agricoltura sociale, inserimento lavorativo e di ippoterapia; ma cosa sono in realtà e a cosa servono?

Agricoltura sociale, attività proficua.

azienda agricolaL’agricoltura sociale comprende tutte quelle attività che vengono svolte all’interno di un contesto agricolo che può essere una cascina, un terreno adibito alla raccolta e gestione di frutta e verdura, aziende agricole che producono prodotti fatti in casa con animali ben curati nelle loro stalle.

In Italia ci sono numerose di queste aziende che permettono a chiunque voglia avvicinarsi a questo mondo per la prima volta, di sperimentare, di toccare con mano la terra, gli animali e rendersi conto davvero di quanto sia importante curare la natura e non danneggiarla; in queste aziende o cascine spesso si svolgono corsi o convegni che spiegano come muoversi in questi ambienti per chi non è pratico fornendo così un supporto iniziale corretto ed adeguato.

I terreni condivisi spesso sono molto in uso nell’agricoltura sociale; infatti chi ama piantare verdure o frutta e quindi raccoglierle, non potendo avere un orto tutto per sè a causa magari della posizione della propria casa in centro, si affida a queste aziende che offrono questa possibilità: mettono a disposizione un pezzo di terreno comune, dietro pagamento di una cifra o con accordi diversi, in maniera tale da poterlo sfruttare per benefici vitali e fisici.

Spesso il terreno viene anche “offerto” in cambio di una cura appropriata dello stesso così da non dover andare incontro a delle spese di manutenzione senza poi averne nulla in cambio; i terreni condivisi spesso si trovano anche in città, in alcune, dove gente comune o di quartiere si reca per soddisfare un hobby traendone un notevole vantaggio: portare a casa verdura fresca e cucinarla per i propri cari.

Ippoterapia ed inserimento lavorativo.

Alcune delle aziende agricole concentrano il loro obiettivo verso un’unica attività come l’ippoterapia o l’inserimento lavorativo. Cosa sono?

L’ippoterapia è una terapia riabilitativa che mette a disposizione l’animale, in questo caso il cavallo, per curare un trauma o una paura nascosta specialmente per i bambini. Questa attività è molto in uso nei bimbi che accostano alla riabilitazione anche l’avvicinarsi agli animali senza dover temere nulla, ricambiando così l’amore che si prova.

Sono poche le aziende che effettuano questo tipo di riabilitazione, ma possiamo garantire che il risultato è visibile e curato nei minimi dettagli. Anche l’inserimento lavorativo viene utilizzato sopratutto per chi, per motivi di salute o altro, perde il lavoro e non ha nulla a cui appoggiarsi.

Prendiamo il caso di un tossicodipendente che a causa della sua dipendenza perde lavoro, famiglia e la propria vita; ha diritto come tutti di ricominciare, di riavvicinarsi al mondo che ormai vedeva lontano. Con questi corsi è possibile rimettersi in sesto avvicinandosi alla natura e portando a termine il proprio obiettivo; è necessario formulare il proprio percorso con personale qualificato che sa bene come avviare questa esperienza così da far ottenere a colui che desidera realmente rientrare nella vita sociale, un obiettivo più che ottimale.