Da non perdere
Home » Alimentazione » Come pianificare una dieta vegetariana

Come pianificare una dieta vegetariana

Ormai oggi numerose sono le persone che iniziano ad escludere dalla loro alimentazione carne e pesce, per differenti motivi: scelta etica, per motivi di salute, per seguire una corretta alimentazione evitando esposizioni a malattie cardiovascolari ecc.

E’ necessario però capire bene come pianificare una corretta alimentazione vegetariana e cosa comporta questa scelta sia a livello fisico che mentale. Analizziamo i punti fondamentali per intraprendere questo percorso.

Analisi dei pro e dei contro.

Diventare vegetariani comporta molti benefici ma anche dei rischi, che andremo di seguito ad analizzare.

BENEFICI.

  • Scelta etica: molte persone decidono di abbandonare l’utilizzo di carne e pesce per rispetto verso la vita degli animali, ma anche nel rispetto di come questi ultimi vengono trattati;
  • Ecologia: anche diminuire il trasporto di animali potrebbe inquinare meno la nostra terra, ed è per questo che ogni potenziale vegetariano contribuisce a questo piccolo ma utile vantaggio;
  • Motivi di salute: spesso seguire una corretta alimentazione potrebbe ridurre i rischi di malattie cardiovascolari ed evitare infiammazioni a parti del corpo fondamentali per la vita quotidiana.

SVANTAGGI:

  • Vitamine in carenza: spesso i vegetariani hanno carenza di vitamina b12 e quindi sono costretti ad integrare con altri metodi;
  • Carenza grassi acidi: in particolari di quelli essenziali come omega 3 ed omega 6;
  • Perdita tono muscolare: a causa della carenza di proteine il corpo potrebbe risentirne ed avere una carenza a livello muscolare.

Adottare uno stile di vita come quello del vegetarianesimo potrebbe essere di aiuto a molte persone: si eliminano numerose scorie e tossine depurando l’organismo dall’assunzione di carne o pesce, ed è per questo che dopo le festività che siano Natale o Pasqua, è sempre consigliato mangiare frutta e verdura perché depura l’assorbimento di carne che spesso rallenta anche la digestione. Ma ci sono degli effetti, dei benefici anche per quanto riguarda l’aspetto della “bellezza”?. Vediamo alcuni punti.

Effetti della dieta vegetariana

Analizzando una percentuale di utenti che segue una dieta vegetariana, i seguenti punti apportano dei benefici alla salute e alla bellezza umana:

  1. Riduzione del colesterolo: eliminando la carne si ha una drastica riduzione di grassi saturi, che tendono a far aumentare il colesterolo; sostituendo queste proteine con quelle vegetali come legumi, si ha una notevole diminuzione del colesterolo;
  2. Reni più in forma: per chi soffre di malattie ai reni assumente una dieta vegetariana riduce il fosforo nelle urine, utile per evitare complicazioni anche cardiache;
  3. Elimina il diabete: l’assunzione di proteine vegetali tiene a bada la glicemina e questo riduce la possibilità del diabete;
  4. Ipertensione sotto controllo: anche l’apporto di sodio viene messo a dura prova e questo diminuisce la possibilità di episodi di ipertensione;
  5. Previene i tumori: molti sono gli studiosi che dopo varie ricerche e test, confermano che l’assunzione di proteine vegetali e un’alimentazione di tipo vegetariano previene l’insorgenza di tumori al colon, al seno ecc;
  6. Allevia i dolori mestruali: molte donne soffrono dolori atroci ma con questa alimentazione, numerose donne confermano la diminuzione dei dolori dovuti al ciclo mestruale;
  7. Controllo della depressione: numerosi sono stati gli studi che hanno dimostrato che chi soffriva di depressione e mangia più legumi, cereali e verdure ha diminuito la manifestazione di questi sintomi;
  8. Combatte la gastrite: con l’assunzione di cibi grassi si verificano infiammazioni all’apparato gastro-intestinale; con la dieta vegetariana queste infiammazioni tendono a diminuire notevolmente;
  9. Benefici per la pelle: assumendo frutta come kiwi, carote e zucche si hanno grandi benefici anche per la pelle grazie a vitamine C, Vitamina E, si combatte la cellulite nemico delle donne e liquidi in eccesso.

Ma ci sono anche effetti negativi come la carenza di vitamine B12 già sopracitate, capelli sfibrati e deboli, carenza vitamina D e perdita di tono muscolare; in questi casi prima di iniziare ad intraprendere un percorso come questo è sempre consigliabile rivolgersi ad un nutrizionista che vi indica un percorso corretto da seguire evitando al minimo gli effetti negativi.

Ostacoli e falsi pensieri.

Fate attenzione ai falsi pensieri e a probabili ostacoli nell’intraprendere questa strada; sì, perché molto spesso si pensa di risparmiare in quanto si eliminano diversi cibi animali ma è un’affermazione del tutto inesatta. I prodotti vegetali possono avere dei costi abbastanza considerevoli ma a questo punto bisogna attrezzarsi e risparmiare creando i propri cibi in casa.

Un altro fattore fondamentale: non è assolutamente vero che una dieta vegetariana fa dimagrire! Come per una dieta onnivora, anche quella vegetariana, se assunta in maniera sconsiderata, fa ingrassare e sopratutto gonfiare; quindi il consiglio è di assumere porzioni nè troppo abbondanti nè troppo povere.

In questi casi e come in altri l’aiuto di un esperto nel settore potrebbe sicuramente portarvi ad una scelta sana ed equilibrata.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*